Successo

3 limiti autoimposti che devi assolutamente affrontare ed eliminare

0

Per avere successo occorre lavorare su se stessi al fine di eliminare una serie di limiti autoimposti che ostacolano la nostra crescita personale. Ci sono tre principali limiti che solitamente le persone si autoimpongono e che andrebbero affrontati.

Nessun limite eccetto il cielo.

Miguel de Cervantes

Limiti autoimposti: 1. La procrastinazione

Il primo grande limite è quello di procrastinare, il che è molto dannoso per se stessi soprattutto per via dell’effetto cumulativo: quando si rinvia l’esecuzione o il completamento di qualche piccolo compito, non diamo tanto importanza alla cosa. E anche se qualche giorno soprassediamo sul da farsi, non abbiamo in fondo l’impressione di essere stati improduttivi. Ma accumulare un certo numero di queste giornate può portare ad un anno disastroso! Quello che puoi fare oggi, fallo! Non pensare che “tanto non cambia niente”. Piccoli rinvii che si accumulano portano a grandi cambiamenti, in negativo purtroppo!

Limiti autoimposti: 2. La colpa

Un altro limite autoimposto è la colpa. Abbiamo sempre un momento in cui siamo tentati dal dare la colpa a qualcuno per qualcosa. C’è finanche chi dà la colpa agli oggetti! Qualche giorno fa ho visto una persona che camminando è andata sbattere distrattamente con il ginocchio contro una panchina; in pratica non l’aveva proprio vista. Irritato per quel piccolo ma spiacevole incidente, ha imprecato contro la panchina, la cui presunta colpa era semplicemente quella di stare lì. Questo aneddoto rende l’idea di come le persone siano sempre pronte ad incolpare qualcosa che sia esterno a loro. D’altronde è così dagli albori dell’esistenza, a partire da quel lontano giardino dal frutto proibito in cui l’uomo (Adamo) disse “È stata la donna (Eva). È lei che mi ha persuaso.” E la donna, a sua volta, incolpò il serpente.

Ma perché puntiamo sempre il dito invece di guardare a noi stessi? La verità è che l’ego intende difendersi e così, attribuendo la colpa a delle circostanze esterne, evitiamo di affrontare le nostre debolezze e le nostre mancanze. In passato, quando, ad esempio, vedevo qualcosa che mi piaceva ma non potevo permetterlo ero solito dire che “costava troppo”. Il problema per me, quindi, era il bene o il servizio di turno il cui prezzo non era alla portata delle mie finanze. Non mi rendevo conto che il problema non era di per sé il costo di ciò che desideravo, ma il fatto che io non potevo permetterlo. Se si continua a scaricare le responsabilità su un oggetto che non possiamo permetterci di acquistare, rimarremo sempre senza soldi. Non guadagneremo mai abbastanza. Ma quando si cambia prospettiva e si comincia a ragionare in termini di “io” e non più di “bene o di servizio” allora si comincia a crescere, sia a livello personale che a livello finanziario! Se vuoi approfondire la tematica riguardante l’importanza di sapersi assumere il 100% di responsabilità della propria vita puoi leggere quest’altro articolo.

Limiti autoimposti: 3. Le scuse

Le scuse sono parenti stretti delle colpe. Prova ad immaginare quante scuse esistono? Esatto: milioni! Recentemente ho scoperto che tra le frasi chiave più ricercate sul motore di ricerca Google ci sono le seguenti: “scuse per non uscire”, “scuse per giustificare un ritardo”, “scuse per cambiare lavoro”, “scuse per non andare a lavoro”, “scuse per non andare a scuola”, e così via. È evidente che le persone abusino di scuse: ce ne sono, infatti, per tutte le situazioni! Cercare delle scuse e fare l’impossibile pur di non dover affrontare la verità, è un modo infantile oltre che improduttivo per relazionarsi con gli altri e con la vita. Non devi cercare delle scuse; devi affrontare responsabilmente la conseguenza delle tue azioni. Chi crea o cerca scuse è un perdente! Allora, piuttosto che creare tante scuse, crea relazioni produttive, idee per far soldi, una disciplina a cui attenerti, e così via. Sei tanto bravo quando devi cercare una scusa; perché non diventi altrettanto bravo, capace e creativo nel lavorare sulla tua crescita personale?

Rispondi con sincerità a questa domanda: che cosa intendi fare, a partire da oggi, per essere migliore? Il punto principale della questione è il seguente: se non ti liberi dei limiti autoimposti, i prossimi anni saranno più o meno uguali a quelli appena trascorsi, con l’aggravante che sarai più vecchio. Invece, assumendoti la responsabilità e liberandoti dei limiti autoimposti, nei prossimi anni potrai diventare una persona migliore.

L’inganno dei limiti autoimposti

Molte persone nutrono scarsa fiducia in loro stessi: non credono nelle loro capacità e non si sentono all’altezza di grandi traguardi. Ma tutto questo è falso e non corrisponde alla verità. Si tratta di un vero e proprio inganno o meglio di un autosabotaggioTu puoi fare le cose più straordinarie, a dispetto di ogni avversità che incontrerai sul tuo cammino. La gente quando è chiamata a farlo può superare i propri limiti e compiere imprese inaudite. Questo è straordinario! Non credi? Immagina un uomo che sopravvive in una situazione al limite della sopravvivenza perché sogna di rivedere i propri familiari; una donna che per salvare il proprio figlio si getta tra le fiamme, uscendone viva sia lei che il figlio; un immigrato che attraversa tutto il deserto o l’oceano (come hanno fatto i nostri bisnonni) per la voglia di cominciare una nuova vita, lontano da fame, miseria e disperazione. Anche i bambini possono fare cose straordinarie: prova a tenere lontano un bambino dal monitor di un televisore, di un tablet o di un cellulare, e lanciagli una sfida mentale e fisica; crescendo, diventerà una persona magnifica e riuscirà a far emergere i suoi talenti più nascosti.

Come cambiare superando i limiti autoimposti

La verità è che le persone possono compiere delle cose straordinarie perché sono straordinarie! Io, te e qualunque altra persona possiamo trasformare un nonnulla in qualcos’altro, pochi soldi in una fortuna, una sconfitta in un trionfo. Un animale quando dispone di qualcosa poi si ritrova sempre e solo con la stessa cosa, a meno che non la distrugga. Questo perché un animale non ha capacità creative. Le doti umane, invece, consentono a chiunque di creare, ma per essere creativi bisogna attingere alle proprie risorse interiori: sono lì che aspettano di essere scoperte ed impiegate. Una volta portate in superficie, le tue doti ti consentiranno di cambiare tutto quello che c’è da cambiare. Non sei una pianta o un animale che vive per inerzia o per istinto. Sei un essere umano, frutto di una creazione straordinaria, una creazione però che non devi sciupare! Se non sei soddisfatto della tua situazione attuale, cambiala! Se c’è qualcosa che non ti piace della tua vita, cambialo! Se c’è qualcosa di non adatto a te, cambialo! Se c’è qualcosa di insufficiente, cambialo! Puoi cambiare ogni cosa in meglio se innanzitutto cambi te stesso in meglio.

Il cambiamento è il frutto di un processo evolutivo fatto di piccoli passi impercettibili. Se vuoi cambiare in meglio non devi fare altro che avanzare con piccoli passi nella direzione giusta. Modificando anche poche abitudini al giorno, ti avvicinerai gradualmente al successo sperato. Inverti la rotta della tua esistenza da oggi stesso! Accetta ogni giorno qualche piccola sfida e i progressi che farai saranno straordinari. Vorresti perdere peso? Inizia a mangiare il pane senza più spalmarci sopra del burro o metterci della mortadella. Vuoi smettere di fumare? Inizia col fumare ogni giorno una sigaretta in meno. Vuoi fare un viaggio? Inizia col mettere da parte 20 euro a settimana. Vuoi essere puntuale? Inizia con l’alzarti mezz’ora prima. Vuoi effettuare una vendita strabiliante, che ti renda ricco? Bene, comincia con una vendita da 50 euro.

Vedi, in fondo cambiare non è poi così difficile! Basta davvero poco. Allora cosa aspetti ad intraprendere i tuoi piccoli ma grandi cambiamenti?

GRATIS PER TE
crescita personale
Compila il modulo sottostante e scarica gratis l'eBook Esercizi pratici per migliorare la propria vita, tutti gli estratti delle mie pubblicazioni e altre risorse di crescita personale. Potrai, inoltre, accedere al gruppo chiuso su Facebook, una comunità riservata ai lettori del blog dove quotidianamente ci si confronta scambiandosi informazioni utili.

I tuoi dati personali sono trattati in conformità
al D.Lgs 196/2003. Leggi la Privacy Policy.

Francisco Pacifico

Esperto nel successo personale, ho fondato il blog Arricchisciti.com in quanto ritengo che l’eccellenza sia un diritto universale che tutti dovrebbero poter esercitare liberamente, al fine di migliorare la propria vita e contribuire al progresso dell’umanità.

Potrebbero interessarti anche
Progredisci liberandoti di tutte le tue incompletezze
un mare calmo non ha mai fatto un buon marinaio
Un mare calmo non ha mai fatto un buon marinaio