Gestione del Tempo

4 modi per gestire il tempo

0

Gestire il tempo significa gestire uno dei tesori più preziosi che possediamo. Anche se il tempo non esiste secondo le teorie della meccanica quantistica, sappiamo, però, che abbiamo tutti convenzionalmente 24 ore a disposizione per ogni nostra giornata. Non importa chi siamo o cosa facciamo nella vita, il tempo è uguale per tutti.

Nel regno del tempo non esistono ricchi e poveri, non esistono geni e intelletti nella norma. Nessuno viene ricompensato con più ore, minuti o secondi; e nessuno viene punito con la sottrazione di ore, minuti o secondi. Inoltre, non è possibile chiedere degli anticipi sul futuro. Impossibile fare debiti! Possiamo solo viverci l’attimo che passa. Insomma, non si può sciupare il domani: viene tenuto da parte per noi. E il passato ormai è sepolto per sempre. Conta esclusivamente l’oggi, e come lo usiamo.

Usa il tempo, non lasciare che scivoli via.

William Shakespeare

Ci sono 4 modi per gestire il tempo

Gestire il tempo in un modo piuttosto che in un altro determina effetti diversi sui risultati che si conseguono. Ciascuno di noi ha sviluppato, volontariamente o involontariamente, un determinato modo per gestire il tempo. Questo modo determina l’approccio e l’atteggiamento che ogni persona ha nei confronti della propria ripartizione del tempo. È possibile individuare quattro diversi modi a riguardo, ognuno dei quali crea uno stile di vita ben preciso.

Gestire il tempo con la mentalità di chi vaga

Coloro che vagano solitamente ignorano proprio il concetto di tempo. Si tratta di persone che hanno deciso di avere uno stile di vita del tutto destrutturato. Sono felici di lasciare che la loro esistenza fluttui senza uno scopo ben preciso, godendo dell’improvvisazione e dell’incertezza che ne deriva. Se hanno un impegno solitamente è temporaneo, in quanto si ribellano ad ogni struttura e a qualsiasi tentativo di organizzare il tempo. Sono spesso in ritardo e difficilmente riescono ad essere padroni del loro destino. Anzi, rifiutano proprio l’idea che in qualche modo si possa governare la propria esistenza. Se la prendono con calma e si lasciano trasportare dal caso, convinti che un giorno capiranno quale direzione seguire. Ora, se tu appartieni a questa categoria di persone, non voglio dire che tu stia sbagliando tutto. D’altronde chi sono io per giudicarti? Soltanto tu hai il diritto di giudicare te stesso, e nessun altro. Tieni semplicemente presente questo: chi vaga per tutta la vita si preclude ogni  possibilità di scelta e di crescita. Non è vagando che puoi migliorare.

Gestire il tempo dalle h 9.00 alle 17.00

Probabilmente a questa categoria appartiene la maggior parte delle persone. Si tratta di un atteggiamento nei confronti del tempo che si pone a metà tra chi vaga e lo stacanovista. Queste persone si esprimono al meglio in una condizione di stress moderato, essendo in grado di gestire soltanto un certo numero di progetti contemporaneamente. Preferiscono tenersi sempre libera la serata. Il successo richiede un prezzo da pagare in termini di sforzi, energie e tempo; ma non tutti sono disposti a sostenerlo. Esiste un limite a quello che alcuni sono disposti a pagare per la propria realizzazione finanziaria e professionale: ci sono anche altri valori importanti nella vita che queste persone non intendono sacrificare sull’altare del successo materiale. Se appartieni a questa categoria, la tua vita potrà sicuramente essere più che soddisfacente sul piano complessivo, ma sicuramente dovrai rinunciare a qualche gratificazione in più nella sfera lavorativa.

Gestire il tempo da stacanovista

Ormai è un concetto superato di successo quello secondo cui per eccellere bisogna necessariamente lavorare più a lungo e con maggiore impegno. Ma gli stacanovisti continuano a esserci! Per loro il lavoro non è mai abbastanza. Queste persone lavorano almeno 10 ore al giorno, ma anche 14 se non addirittura 16! Lo stacanovista solitamente ha due impieghi, che svolge diligentemente l’uno dopo l’altro. Prova una grande soddisfazione nel lavorare tanto, soprattutto se vince il sonno. Si nega il piacere e pensa per lo più a portare a termine ulteriori compiti. Si prende pause brevi. Anche se spesso lo stacanovista viene ammirato per la sua resistenza fuori dal comune e la passione che mette nel lavoro, sono ormai noti gli effetti collaterali di questo genere di atteggiamento: alienazione della famiglia, stress, perdita della salute e crisi di valori. Inoltre, paradossalmente un atteggiamento stacanovista non porta sempre a guadagnare tanto! Questo perché gli stacanovisti non si focalizzano sul risultato, piuttosto si concentrano soltanto sui compiti da svolgere. Quindi, se appartieni a questa categoria, e pensi soltanto a lavorare duramente, dovresti valutare bene i risultati che ottieni e chiederti se vale la pena sacrificare tutti gli altri ambiti della tua vita.

Gestire il tempo in modo equilibrato

Il quarto atteggiamento che si può tenere nei confronti della gestione del tempo è quello che io considero l’ideale in quanto raggruppa gli aspetti migliori dei precedenti tre. Chi sa gestire il tempo in modo equilibrato innanzitutto non rischia di trascurare alcuni aspetti della propria vita, ma riesce a dedicarsi ad ognuno di essi. Sa anche ritagliarsi del tempo per lasciar vagare la mente, magari non facendo niente. A volte, anche starsene un po’ da soli a guardare nel vuoto non è affatto controproducente, anzi! Inoltre, come chi si dedica al lavoro dalle h. 9.00 alle 17.00 sa che esistono dei limiti da porre alle ore quotidiane di lavoro, giacché nella vita esistono anche altri valori importanti da curare. E, infine, come lo stacanovista, non si tira indietro se ci sono dei giorni o dei periodi di lavoro più intenso in cui è necessario lavorare per molte ore consecutive. La qualità più importante di chi rientra in questa categoria è che riesce ad ottenere ottimi risultati perché piuttosto che lavorare mettendoci soltanto del tempo, ci mette soprattutto dell’intelligenza. Si concentra, insomma, sull’incremento della produttività, piuttosto che sull’impiego di più ore, usando il potere della leva. La leva, infatti, consente di moltiplicare il proprio valore e il valore del servizio che si offre. Ad esempio: è possibile usare la leva del denaro prendendolo in prestito e investendolo in un’attività che poi frutti; oppure si può utilizzare la leva del tempo moltiplicando i propri sforzi attraverso la creazione di un team di persone, in cui ognuno si occupa di una mansione specifica.

L’uso corretto del tempo e il suo impiego efficace è una questione di cruciale importanza per la qualità della propria vita. La tua felicità, così come ogni conquista, dipende da come sai gestire il tempo. Non potrai mai avere più di 24 ore in una giornata, ma hai, hai avuto e avrai tutto il tempo che c’è, senza che nessuno possa toglierti nemmeno un istante. Sfruttalo e capitalizzalo al meglio!

GRATIS PER TE
crescita personale
Compila il modulo sottostante e scarica gratis l'eBook Esercizi pratici per migliorare la propria vita, tutti gli estratti delle mie pubblicazioni e altre risorse di crescita personale. Potrai, inoltre, accedere al gruppo chiuso su Facebook, una comunità riservata ai lettori del blog dove quotidianamente ci si confronta scambiandosi informazioni utili.

I tuoi dati personali sono trattati in conformità
al D.Lgs 196/2003. Leggi la Privacy Policy.

Francisco Pacifico
Esperto nel successo personale, ho fondato il blog Arricchisciti.com in quanto ritengo che l'eccellenza sia un diritto universale che tutti dovrebbero poter esercitare liberamente, al fine di migliorare la propria vita e contribuire al progresso dell'umanità.
Potrebbero interessarti anche
In che modo sviluppare una strategia vincente
Come evitare di perdere tempo inutilmente