Procrastinazione

Come smettere di procrastinare incanalando le emozioni in azioni

smettere di procrastinare
0

Come smettere di procrastinare e cominciare ad agire? In molti se lo chiedono: nella vita, infatti, non basta sapere come dovrebbero funzionare le cose; occorre agire affinché i pensieri si trasformino in realizzazioni concrete e tangibili (in un altro articolo ti ho parlato di come puoi dare una svolta alla tua vita utilizzando il potere dell’azione).

Esiste una componente che funge da catalizzatore tra conoscenza ed azione, e che ti consentirà di smettere di procrastinare colmando il divario che spesso sussiste tra i buoni propositi e la loro effettiva messa in pratica: le tue emozioni.

Le emozioni sono senza dubbio le forze più potenti e influenti che ci siano dentro di noi. Gli esseri umani sono capaci di compiere gli atti più eroici (ma anche quelli più barbari) sotto la loro spinta. In un certo senso, la stessa civiltà umana progredisce nella misura con cui  vengono intelligentemente utilizzate le emozioni.

Come smettere di procrastinare attraverso 4 emozioni fondamentali

Esistono 4 emozioni fondamentali che possono spingere le persone ad agire e a smettere di procrastinare. Ciascuna di esse o l’insieme di alcune di esse può determinare l’azione più incredibile. Il giorno in cui consentirai a queste emozioni di alimentare il desiderio di realizzarti sarà il giorno in cui la tua vita comincerà a cambiare.

Smettere di procrastinare attraverso la DECISIONE

La maggior parte delle persone ha bisogno di essere messa alle strette per prendere una decisione. E quando si arriva a questo punto vuol dire che si è dinanzi a un bivio; è necessario, pertanto, saper gestire le emozioni conflittuali insite nel processo decisionale. Non è un caso che quando dobbiamo prendere una decisione perché ormai non si può più rinviare, sentiamo un nodo allo stomaco, ci agitiamo durante la notte o, addirittura, sudiamo freddo. Si tratta di reazioni emotive del tutto naturali: prendere delle decisioni importanti – che possono cambiarci la vita – può essere paragonato ad una sorta di guerra civile interiore. Eserciti di emozioni contrapposte, dotati ognuno delle proprie ragioni, si contendono la supremazia della nostra mente. Questo avviene perché le nostre decisioni, audaci o prudenti, affrettate o ponderate, possono indirizzare le nostre azioni e la nostra esistenza in un verso piuttosto che nel verso opposto. Ovviamente ogni situazione decisionale è diversa: non esistono, quindi, strategie universali: l’unico consiglio che ti posso dare è quello di non restartene impalato. Devi smettere di procrastinare. Devi decidere! Credimi se ti dico che è molto meglio prendere decisioni sbagliate anziché non prenderne affatto. È importante affrontare i propri tumulti interiori e mettere ordine tra i propri stati d’animo, piuttosto che evitarli rimandando le decisioni.

Smettere di procrastinare attraverso il DESIDERIO

I desideri possono nascere da dentro oppure possono essere scatenati da forze esterne. Ci sono innumerevoli cose che possono suscitare un desiderio: potrebbe essere una canzone o un film che tocca le corde del cuore. Potrebbe essere un sermone magistralmente espresso o una conversazione con un amico. Ma anche cose negative instillano il desiderio: il trovarsi dinanzi ad un nemico o vivere un’esperienza amara. Il desiderio di rivalsa, infatti, spinge le persone ad agire e a smettere di procrastinare. Allora asseconda il desiderio e utilizzalo per spingerti in avanti nella tua vita: non erigere barriere per proteggerti dalle esperienze della vita; piuttosto vivile! I muri che si erigono per paura delle delusioni sovente tengono alla larga dalla nostra vita anche quelle esperienze che potrebbero arricchirci. Pertanto desidera ed entra in contatto con la vita (in un altro articolo ti ho già parlato del desiderio quale incentivo che sprona alla vittoria).

Smettere di procrastinare attraverso la RISOLUTEZZA

La risolutezza è quell’emozione che ci porta a dire con convinzione e fermezza: “Lo voglio!”. Quando abbiamo uno scopo esistenziale che diventa ragione di vita, non c’è niente che possa fermarci. Nulla si può opporre al sentimento della risolutezza sorretto dalla forza di volontà. Smettere di procrastinare implica anche il sapersi concentrare su ciò che si vuole senza lasciarsi intimorire dalle difficoltà. Uno scalatore che intende arrivare sulla cima di una montagna, pensa soltanto che vuole scalare la montagna. Non pensa che è troppo alta, lontana, rocciosa, impervia o impegnativa. Quando si è disposti a tutto per raggiungere un obiettivo – finanche a mettere in gioco il proprio futuro – si è spinti da un’emozione così intensa e forte che tutto diviene possibile. Ma come si può diventare risoluti? Io penso che essere risoluti significhi promettere a se stessi che non ci si arrenderà mai. Gli altri potranno anche dubitare di noi, ma noi non dovremmo mai dubitare delle nostre possibilità! Poniti la seguente domanda: “Per quanto tempo sono disposto a lavorare per la realizzazione dei miei sogni?” Io ti consiglio di rispondere dicendoti che ci lavorerai fino a quando sarà necessario. Allora sì che diventerai una persona risoluta!

Smettere di procrastinare attraverso il DISGUSTO

La parola “disgusto” solitamente non evoca immagini positive. Tuttavia, se adeguatamente incanalata, l’emozione del disgusto può spronare a smettere di procrastinare. Se arrivi a provare disgusto per qualcosa vuol dire che ti trovi in una condizione di necessario cambiamento: in pratica, non ne puoi più. Ti è mai capitato di dire: “Adesso basta!”? Ecco quando ne hai abbastanza provi delle sensazioni davvero stravolgenti. Il giorno dei “mai più”, degli “adesso basta” o dei “ne ho abbastanza” è il giorno in cui cambierà la tua vita: non c’è nulla di più radicale come il disgusto quando si insinua nel profondo del proprio animo. Ovviamente, affinché quest’emozione funzioni deve essere intensa: un disgusto blando non serve a niente. C’è chi afferma: “Credo di averne avuto abbastanza”. È un’affermazione davvero poco decisa! Vedi, manca energia: questo genere di emozione non potrebbe spingere nemmeno una barchetta di carta in una vasca da bagno!

Abbiamo visto che le emozioni spronano all’azione e inducono le persone a smettere di procrastinare. L’azione è ciò che garantisce il risultato: solo le azioni, infatti, possono generare delle reazioni. Dunque, per ottenere reazioni positive occorre porre in essere azioni positive. Il mondo intero ammira coloro che fanno accadere le cose, e li premia per la loro iniziativa produttiva. Avere fede è sicuramente importante, ma da sola non basta: credere e non agire è un modo per ingannarsi da soli. È come un responsabile delle vendite che esce da una riunione tutto entusiasta affermando che sarà il migliore del suo settore, ma poi non fa seguire i fatti alle sue buone intenzioni. A che servirebbe?

Allora passa all’azione: da adesso, non da domani! Sfrutta le emozioni a tuo vantaggio; incanalandole correttamente in flussi costruttivi, imparerai ad agire e smetterai di procrastinare.

GRATIS PER TE
crescita personale
Compila il modulo sottostante e scarica gratis l'eBook Esercizi pratici per migliorare la propria vita, tutti gli estratti delle mie pubblicazioni e altre risorse di crescita personale. Potrai, inoltre, accedere al gruppo chiuso su Facebook, una comunità riservata ai lettori del blog dove quotidianamente ci si confronta scambiandosi informazioni utili.

I tuoi dati personali sono trattati in conformità
al D.Lgs 196/2003. Leggi la Privacy Policy.

Francisco Pacifico

Esperto nel successo personale, ho fondato il blog Arricchisciti.com in quanto ritengo che l’eccellenza sia un diritto universale che tutti dovrebbero poter esercitare liberamente, al fine di migliorare la propria vita e contribuire al progresso dell’umanità.

Potrebbero interessarti anche
Agisci: fai ciò che temi e sconfiggi la paura
Cambia subito la tua vita e smetti di rimandare sfruttando il piacere e il dolore