Studio

Voglia di studiare all’università: come ritrovarla immediatamente

voglia di studiare all'università
0

“Voglia di studiare all’università saltami addosso!” A quale studente non è capitato qualche volta di pronunciare queste parole? Credo che la fatidica sindrome della zero voglia di studiare all’università sia alquanto frequente. Ti posso garantire che anche coloro che eccellono negli studi universitari trascorrono dei periodi in cui non c’è verso di ritrovare la voglia di studiare (in un altro articolo già ti ho parlato delle difficoltà a studiare all’università).

Ma perché non si ha voglia di studiare all’università?

Innanzitutto, qualunque sia la ragione specifica, di fondo si tratta sempre di un aspetto motivazionale. La voglia o meno di studiare non attiene alla propria preparazione: tutti possono avere successo all’università; si tratta semplicemente di dotarsi di un buon metodo di studio universitario. Ora, assodato che puoi senz’altro superare qualunque esame all’università, perché ti blocchi facendoti assalire dalla noia nei confronti dello studio? Vediamolo nello specifico.

Come ritrovare la voglia di studiare all’università se la scelta del corso di laurea è stata errata

Una possibile causa potrebbe essere che ti sei iscritto ad un corso di laurea per il quale non sei portato. Ognuno di noi ha delle proprie naturali inclinazioni; dunque, chiediti se ciò che studi (o ciò che speri di diventare grazie alla tua futura laurea) ti appassiona realmente. Non sempre l’iscrizione all’università è preceduta da un’adeguata fase di orientamento: talvolta si è superficiali in questa fase, talaltra ci si iscrive all’università per “curiosità”. Ci sono anche casi in cui si sceglie un determinato corso di laurea soltanto per assecondare le aspettative di un genitore. Cosa studiare all’università è una scelta di vita seria: valuta attentamente ciò che davvero desideri tu, ciò che ti interessa e che credi possa valorizzarti al meglio. Sei tu che devi decidere cosa fare della tua vita; non gli altri! Se sei all’inizio di un corso di laurea e ti rendi conto che non fa per te, puoi sempre cambiare! Meglio perdere un anno – ahimè – che rischiare di non laurearsi mai.

Come ritrovare la voglia di studiare all’università se il rendimento è scadente

A volte la voglia di studiare all’università viene meno perchè ci si affligge per un rendimento non all’altezza delle proprie aspettative. Se guardi il tuo libretto universitario e ti deprimi, vuoi perchè hai dato pochi esami, vuoi perchè i voti che hai preso sono bassi (o forse entrambe le cose), puoi ritrovare la giusta dose di motivazione e di fiducia in te stesso semplicemente migliorando i tuoi risultati. La frustrazione e le lamentele non possono cambiare la tua situazione; allora non “incartarti” per inutili elucubrazioni mentali. Piuttosto datti immediatamente da fare! Scegli un esame che reputi più semplice da preparare e superare, perché riguarda un argomento che ti piace, perché è più corto degli altri o perché il professore non è molto esigente… L’importante è rientrare presto in carreggiata! Vedrai che prendendo un voto soddisfacente, comincerai a ritrovare la motivazione persa: si tratta di una reazione a catena dove un successo dà slancio a quello successivo. La sensazione positiva che ne deriverà ti predisporrà mentalmente meglio verso lo studio e questo, a sua volta, ti spronerà a continuare il tuo percorso universitario con più leggerezza ed entusiasmo.

Come ritrovare la voglia di studiare all’università se sono subentrati dei fattori di distrazione

L’università è un impegno che richiede di stare sempre “sul pezzo”. Questo vuol dire che non bisognerebbe lasciarsi distrarre da eventi esterni o sbalzi emotivi che potrebbero distoglierti dallo studio, intaccando la tua capacità di restare focalizzato sugli obiettivi universitari. La voglia di studiare all’università può, quindi, essere ritrovata se si eliminano i fattori di distrazione: cerca di accelerare l’allontanamento dalla tua vita di qualsivoglia fonte di destabilizzazione. Non commettere l’errore di aspettare che le cose si “aggiustino o si allontanino da sole”. Devi essere tu a prendere le redini in mano della tua vita universitaria (e non): ti hanno coinvolto in progetti che ti fanno perdere tempo? Impara a dire di no a chiunque intenda distoglierti dallo studio. Se hai un obiettivo di studio giornaliero, rispettalo; dopo averlo raggiunto avrai il tempo di dedicarti a qualunque altra attività (in un altro articolo, tra i consigli per studiare all’università, ti ho già parlato dell’importanza di definire degli obiettivi). L’importante è darsi delle priorità e rispettarle. Se cominci a dedicarti ad altro che non sia lo studio potresti anche rischiare di non sentirti più uno studente, il che ti allontanerebbe sempre di più – anche inconsciamente – dall’università.

Come ritrovare la voglia di studiare se molto semplicemente ti annoi di aprire i libri

Parliamoci chiaro: a volte non si studia perché semplicemente ci si sente apatici. Sovente ci si lascia andare alla pigrizia e si procrastina così l’inizio del programma di studio, in attesa di una fantomatica e futura ispirazione. Una cosa che puoi fare in questi casi è innanzitutto creare un ambiente di studio ideale: se stai sempre “buttato” su un divano o se intorno a te c’è del “casino” (continuo “via vai” o rumore) è difficile ritrovare la voglia di studiare. Cercati uno spazio tuo, dove puoi studiare in tranquillità e senza impigrirti troppo. Non avere smartphone o altre distrazioni con te; circondati soltanto del materiale di studio. Una volta che ti sei ritagliato lo spazio fisico dove studiare, fai un esercizio di riflessione e visualizzazione motivazionale. Piuttosto che pensare a quanto sia noioso studiare, pensa alle gratificazioni che avrai una volta che ti sarai laureato. Gli esami sono soltanto un mezzo per arrivare al tuo fine: laurearti. Non è forse una sensazione meravigliosa quella che si prova quando si raggiunge un successo? Concentrati allora su questa sensazione positiva visualizzando te stesso nel giorno della laurea. Inoltre considera questo: quando studi un esame stai costruendo il tuo futuro lavorativo; pertanto sii maturo! Non affrontarlo sbuffando, piuttosto percepiscine i vantaggi in termini di qualità della vita futura.

Zero voglia di studiare all’università? Prova il mio metodo!

metodo di studio universitarioNel Memorandum dello Studente Universitario spiego come diventare disciplinati ed organizzati nello studio affinché non venga intaccata la propria voglia di studiare all’università. Riuscire a laurearsi in tempo è un obiettivo alla portata di ogni studente: tutto quello che ti occorre è un metodo di studio che preservi la tua motivazione. Puoi scaricare un estratto gratuito del mio metodo; compila il modulo sottostante o, se già sei iscritto alla newsletter di Arricchisciti, accedi all’area riservata. Allora cosa aspetti a dare una svolta alla tua carriera universitaria?


I tuoi dati personali sono trattati in conformità
al D.Lgs 196/2003. Leggi la Privacy Policy.

Francisco Pacifico

Esperto nel successo personale, ho fondato il blog Arricchisciti.com in quanto ritengo che l’eccellenza sia un diritto universale che tutti dovrebbero poter esercitare liberamente, al fine di migliorare la propria vita e contribuire al progresso dell’umanità.

Potrebbero interessarti anche
primo giorno di università
Primo giorno di università: ecco le linee guida essenziali
consigli per studiare all'università
3 consigli per studiare all’università con profitto