Comunicazione e Relazioni

Mantenere le giuste distanze dagli altri: il dilemma del porcospino

mantenere le giuste distanze
0

Mantenere le giuste distanze dagli altri rappresenta una necessità per trovare un equilibrio interiore ed emotivo tra l’esigenza di autonomia personale e quella di costruire relazioni e legami.

Si tratta di due esigenze contrapposte che spesso, però, convivono in noi, scatenando una sorta di dilemma: come stabilire qual è la “giusta” distanza nei rapporti interpersonali? Il concetto, noto come dilemma del porcospino, è stato ideato ed elaborato dal filosofo tedesco Arthur Schopenhauer nel suo Parerga e paralipomena, volume II, capitolo XXXI, sezione 396. Ecco il testo della parabola:

Alcuni porcospini, in una fredda giornata d’inverno, si strinsero vicini, vicini, per proteggersi, col calore reciproco, dal rimanere assiderati. Ben presto, però, sentirono le spine reciproche; il dolore li costrinse ad allontanarsi di nuovo l’uno dall’altro. Quando poi il bisogno di riscaldarsi li portò nuovamente a stare insieme, si ripeté quell’altro malanno; di modo che venivano sballottati avanti e indietro fra due mali. finché non ebbero trovato una moderata distanza reciproca, che rappresentava per loro la migliore posizione.
Così il bisogno di società, che scaturisce dal vuoto e dalla monotonia della propria interiorità, spinge gli uomini l’uno verso l’altro; le loro molteplici repellenti qualità e i loro difetti insopportabili, però, li respingono di nuovo l’uno lontano dall’altro. La distanza media, che essi riescono finalmente a trovare e grazie alla quale è possibile una coesistenza, si trova nella cortesia e nelle buone maniere.
A colui che non mantiene quella distanza, si dice in Inghilterra: keep your distance! − Con essa il bisogno del calore reciproco è soddisfatto in modo incompleto, in compenso però non si soffre delle spine altrui. − Colui, però, che possiede molto calore interno preferisce rinunciare alla società, per non dare né ricevere sensazioni sgradevoli.

Mantenere le giuste distanze: qual è il significato del dilemma del porcospino

Il dilemma del porcospino di Schopenhauer ci insegna che per mantenere le giuste distanze nelle relazioni interpersonali occorre trovare una posizione “intermedia” che rappresenti una sorta di distanza di sicurezza dagli altri. Tra due posizioni estreme – atteggiamento anti-sociale che spinge all’isolamento ed atteggiamento espansivo che spinge ad un eccessivo avvicinamento al prossimo – esiste senza dubbio uno spazio “di compromesso” dove entrambe le due posizioni sembrano smorzarsi e riuscire a convivere in maniera costruttiva ed equilibrata.

Ma perché è importante mantenere le giuste distanza dagli altri?

Esattamente come accade per i porcospini che quando sono troppo vicini si feriscono, anche gli esseri umani quando vivono troppo in simbiosi l’uno con l’altro finiscono per farsi del male, Questo vale sia nelle amicizie che negli amori: qualunque tipologia di rapporto (con gli amici, il partner, i genitori, i colleghi, ecc.), se diventa “morboso”, causa problemi, conflitti, preoccupazioni, ansie. Ad esempio, se due persone vivono un rapporto di amicizia troppo coinvolgente, ogni minima incomprensione potrebbe causare loro delle sofferenze. O ancora: nelle relazioni sentimentali, due persone che si amano alla follia rischiano di ferirsi e di farsi del male qualora dovesse accadere qualcosa di spiacevole a uno dei due. Attenzione: non dico che non bisogna amare; anzi… ma sii consapevole che per amare gli altri, devi innanzitutto amare te stesso.

In che modo conviene mantenere le giuste distanze

Innanzitutto, per mantenere le giuste distanze dal prossimo, occorre evitare rapporti troppo coinvolgenti e di estrema e ingiustificata “fusione” con gli altri. Può sembrare paradossale, ma la troppa vicinanza genera distanza. Vedi, le persone che ti circondano possono arricchirti, e sicuramente i legami sono importanti, ma non dovresti mai dipendere da loro. Sei tu il padrone della tua esistenza, sei tu che devi assumerti la responsabilità di tutto ciò che sperimenti nella vita: non puoi essere felice se non sei libero e lasci che gli altri ti influenzino con la loro presenza “eccessiva”. Non perdere mai la tua identità: conserva le tue abitudini, le tue caratteristiche distintive, la tua unicità, il tuo stile, il tuo pensiero, i tuoi valori, i tuoi ideali. Se inizi una nuova relazione sentimentale, non rinunciare completamente alle amicizie; se cambi città o lavoro, non rinunciare alle attività o alle discipline che svolgevi in precedenza. Se ti “annullassi” per compiacere il prossimo, alla lunga emergerebbe un contrasto interiore che rovinerebbe, deteriorerebbe e peggiorerebbe le tue relazioni. Il tuo “io” prima o poi comincerebbe a “fare a spallate” per riaffermarsi, e questa battaglia interiore ti cagionerebbe del dolore e distruggerebbe i tuoi rapporti interpersonali.

Il mio consiglio per riuscire a mantenere le giuste distanze dagli altri è quello di stabilire relazioni interpersonali sane ed equilibrate. Ovviamente questo richiede gradualità: non puoi improvvisamente “rompere” i legami e allontanarti completamente da quelle persone che percepisci troppo invadenti; ma puoi senz’altro cominciare a ritagliarti dei momenti di solitudine, dei momenti in cui ti dedichi solo a te stesso. Non lasciarti mai coinvolgere totalmente dagli altri smarrendo la tua identità; piuttosto, fatti coinvolgere più da te stesso e alterna momenti di solitudine con momenti di esposizione sociale. Poco alla volta imparerai a dipendere meno dagli altri e riuscirai a mantenere le giuste distanze, stabilendo i confini dei rapporti con il prossimo.

GRATIS PER TE
crescita personale
Compila il modulo sottostante e scarica gratis l'eBook Esercizi pratici per migliorare la propria vita, tutti gli estratti delle mie pubblicazioni e altre risorse di crescita personale. Potrai, inoltre, accedere al gruppo chiuso su Facebook, una comunità riservata ai lettori del blog dove quotidianamente ci si confronta scambiandosi informazioni utili.

I tuoi dati personali sono trattati in conformità
al D.Lgs 196/2003. Leggi la Privacy Policy.

Francisco Pacifico
Esperto nel successo personale, ho fondato il blog Arricchisciti.com in quanto ritengo che l'eccellenza sia un diritto universale che tutti dovrebbero poter esercitare liberamente, al fine di migliorare la propria vita e contribuire al progresso dell'umanità.
Potrebbero interessarti anche
comunicazione non verbale linguaggio del corpo
Comunicazione non verbale: forme e caratteristiche
7 mosse per fare critiche costruttive
7 mosse per fare critiche costruttive