Crescita Personale

E se gli studi motivazionali diventassero una materia scolastica o universitaria?

0

Da anni mi occupo di studi motivazionali ed ho notato che in Italia manca completamente questa disciplina in ambito scolastico ed universitario. Molte persone vengono indottrinate dall’istruzione pubblica e privata, ma in realtà non tutti riescono ad emergere e a raggiungere il successo a cui mirano.

C’è un errore di fondo quando si considera il concetto di “istruzione”: a mio avviso non si è istruiti nella misura in cui si accumulano conoscenze, ma nella misura in cui si è capaci di usare e trasformare il sapere acquisito nella concreta realizzazione dei propri obiettivi (senza violare i diritti altrui). L’istruzione, quindi, deriva dall’esperienza e dall’utilizzo della mente, e non soltanto dall’acquisizione ed immagazzinamento di conoscenze. Il sapere non serve a niente se non lo si sa esprimere in qualche forma di servizio utile (a se stessi e agli altri). Infatti, quanti “brillanti” laureati con 110 e lode si rivelano poi incapaci di realizzarsi nella vita? La colpa di questo non è certamente la loro; ci mancherebbe altro! La colpa è di un sistema educativo che non si preoccupa di insegnare agli studenti un metodo per attingere alle proprie risorse più nascoste e far così emergere il proprio talento. D’altronde, chi è che viene pagato semplicemente per quello che sa? Nessuno! E allora perché la scuola e l’università non si preoccupano di fare qualcosa di più rispetto al trasferimento di conoscenze (cosa importantissima senz’altro, ma non sufficiente)? A mio avviso queste domande pongono una questione importante.

Conosci te stesso.

Oracolo sul frontone del Tempio di Delfi,
Platone, L’Apologia di Socrate

Il motivo per cui ho deciso di fondare questo è blog (Arricchisciti.com) è proprio quello di divulgare informazioni utili che consentano agli individui di realizzarsi pienamente (sia sul piano spirituale che su quello materiale), imparando ad essere felici e a raggiungere i propri scopi (lavorativi e non). La mia missione di fondo è quella di contribuire (con umiltà nel mio piccolo ovviamente!) al progresso dell’umanità aiutando le persone a dare il meglio di loro stesse. La mia è una missione filantropica, nonché un privilegio di cui essere grato, e non un mero vantaggio di cui gloriarmi. Mi auspico, altresì, che non sia soltanto l’iniziativa di uno o pochi cittadini privati, ma che l’istruzione, intesa come sistema, possa occuparsi anch’essa di questa disciplina. Ad esempio, in ambito psicologico si potrebbero introdurre corsi sulla psicologia positiva e in ambito umanistico corsi di filosofia e letteratura motivazionale.

Io credo che il mondo sarebbe un posto migliore se tutti fossero istruiti ad eccellere. Il problema è che gli unici ad occuparsi di questa preziosa istruzione sono organizzazioni e soggetti i cui scopi sono plausibilmente lucrativi, il che genera una nicchia di mercato, alla quale soltanto una minoranza può accedere. Certo non tutti hanno bisogno di una “scuola” per il successo, così come evidentemente ci sono individui che non hanno bisogno di studiare educazione civica per imparare a rispettare lo Stato in cui vivono. Ci sono anche gli autodidatti, ma non per questo si smette di insegnare. Quindi, un’eventuale contestazione basata su un’argomentazione di questo tipo risulterebbe alquanto debole.

Le opportunità ci sono sempre, anche in un periodo di crisi come questo. Molti tendono a lamentarsi, anche perché probabilmente nessuno insegna loro a vedere la natura e la portata di queste opportunità. Nessuno stimola adeguatamente i cittadini del nostro Paese ad utilizzare il privilegio dell’iniziativa individuale. Piuttosto, le persone credono erroneamente che le opportunità debbano essere messe a disposizione da un ente esterno, e che a loro tocchi soltanto raccoglierle. Ma le opportunità non corrono di certo dietro agli uomini. Sono gli uomini che devono correre dietro alle opportunità, attraverso la propria iniziativa individuale. Le opportunità più ghiotte, infatti, staranno sempre a disposizione di coloro che sapranno organizzare e orientare i propri sforzi in maniera più efficace, attraverso un metodo adeguato o una motivazione produttiva. Ed è proprio questa capacità che le persone dovrebbero apprendere.

Concludo questo mio articolo, che è una sorta di lettera aperta, manifestando la mia piena disponibilità a collaborare (nel mio piccolo) con istituzioni scolastiche ed universitarie (pubbliche e private), docenti e dirigenti scolastici, associazioni ed organizzazioni studentesche, per creare e sviluppare corsi, libri di testo di self-help o altri progetti, con la speranza che ci sia sempre più attenzione e sensibilità nei confronti dell’insegnamento di questa disciplina.

Credo di aver lanciato una sfida, ma l’ho fatto soltanto perché fermamente convinto che ci sia un gran bisogno di diffondere una disciplina pratica per la crescita personale.

Francisco Pacifico
Fondatore ed autore di Arricchisciti.com
Per contattarmi: info@arricchisciti.com

GRATIS PER TE
crescita personale
Compila il modulo sottostante e scarica gratis l'eBook Esercizi pratici per migliorare la propria vita, tutti gli estratti delle mie pubblicazioni e altre risorse di crescita personale. Potrai, inoltre, accedere al gruppo chiuso su Facebook, una comunità riservata ai lettori del blog dove quotidianamente ci si confronta scambiandosi informazioni utili.

I tuoi dati personali sono trattati in conformità
al D.Lgs 196/2003. Leggi la Privacy Policy.

Francisco Pacifico
Esperto nel successo personale, ho fondato il blog Arricchisciti.com in quanto ritengo che l'eccellenza sia un diritto universale che tutti dovrebbero poter esercitare liberamente, al fine di migliorare la propria vita e contribuire al progresso dell'umanità.
Potrebbero interessarti anche
essere normale l'uomo medio
Essere normale: non diventare pure tu come l’uomo medio
sovraccarico di informazioni sovraccarico cognitivo information overload
Sovraccarico di informazioni: come gestire l’information overload